Autore: admin

Agevolazioni fiscali con la cedolare secca

Agevolazioni fiscali con la cedolare secca

Fra le agevolazioni fiscali messe in atto dal governo, ne esiste una che ha lo scopo di aumentare il numero di contratti di locazione residenziale. E’ la nota cedolare secca, che ogni privato che affitta immobili deve conoscere. Spesso infatti risulta vantaggiosa, a patto di valutare con attenzione il singolo caso. Ecco le cose che bisogna sapere prima di scegliere.

Che cos’è la cedolare secca e i suoi vantaggi

Vantaggi della Cedolare SeccaSi tratta di un tipo di tassazione applicabile ai contratti di locazione a canone libero e canone concordato. Nata nel 2011, col tempo ha subito qualche piccolo ritocco. Richiede che l’immobile appartenga a una o più persone fisiche e che venga adibito a uso abitativo. Le imprese, le attività professionali e gli esercizi commerciali quindi sono esclusi. Quanto alle categorie catastali dei fabbricati da locare, devono trovarsi nella fascia A1-A11, con eccezione dell’A10, non ammessa.
Le caratteristiche più vantaggiose in termini di agevolazioni fiscali sono:

  • l’essere un’opportunità e non un obbligo (qualche volta non è la scelta migliore);
  • la sostituzione delle imposte “tradizionali”: IRPEF, addizionali regionali e comunali, imposte di registro e di bollo (tranne quelle dovute per un’eventuale cessione del contratto);
  • aliquota fissa (ossia non calcolata sul reddito) del 21% in caso di contratti a canone libero;
  • aliquota fissa del 10% in caso di locazione a canone concordato per il 2017. Dal 2018 sarà del 15%, salvo proroga;
  • applicabile anche a contratti turistici (con aliquota del 21%) e transitori (nei Comuni ad alta tensione abitativa o carenti di alloggi).

Com’è facile dedurre, le agevolazioni fiscali sono maggiori per chi possiede un alto reddito.

Svantaggi Cedolare SeccaGli svantaggi da considerare nella valutazione dell’imposta fissa

  • Accanto ai pro, non mancano dei contro da considerare. Abbiamo detto, infatti, che questo tipo di regime di tassazione non è sempre l’opportunità più proficua.
    In proposito c’è da considerare che scegliendo l’imposta fissa:
  • non è ammesso aumentare il canone, nemmeno in rapporto all’indice Istat;
  • non permette detrazioni fiscali né deduzioni;
  • l’aliquota è calcolata sul 100% del canone annuale.

Sull’ultimo punto, c’è da notare che invece l’aliquota è calcolata invece sul 95% nei contratti di locazione a canone libero.
Il canone concordato dal canto suo consentirebbe, senza cedolare secca, un’ulteriore detrazione del 30%.

>> Contattaci per ulteriori informazioni <<

Piano Marketing per vendere casa – Come ottenere un prezzo di vendita più alto

Piano Marketing per vendere casa – Come ottenere un prezzo di vendita più alto

Vi siete mai chiesti quando vi affidate a qualcuno per una consulenza, quali sono le effettive attività che eseguirà per fornirvi il suo servizio?

E se vi è capitato di vendere casa, avete mai ricevuto una spiegazione chiara ed esaustiva di cosa farà per voi l’agente immobiliare che state per scegliere, per vendere la vostra casa?

Se la risposta è no, allora l’agente immobiliare a cui vi siete rivolti non usa fornire una lista delle attività che farà, cioè non usa l’elenco di attività che viene comunemente chiamato “Piano Marketing”.

Cos’è il Piano Marketing per vendere casa

In pratica si tratta di elencare ai propri Clienti cosa e quando sarà fatta una determinata azione, ad esempio: su quali canali verrà pubblicizzato l’annuncio della vostra casa, come verrà pubblicizzata la vostra casa, se i potenziali acquirenti avranno qualche supporto per facilitarne l’acquisto, e così via.

Qual è l’obiettivo del Piano Marketing

L’obiettivo è dichiarare apertamente ai propri Clienti cosa si farà per loro per raggiungere l’obiettivo di vendere la loro Casa, è il minimo direi, visto che ci stanno per concedere la loro fiducia.

Come ottenere il massimo grazie al Piano Marketing

Interagire con il vostro agente attraverso il Piano Marketing per vendere casa, non solo è importante perché vi fa capire che tipo di azioni intraprenderà il vostro agente, ma soprattutto perché vi darà la possibilità di scegliere insieme a lui su quali attività puntare maggiormente, così da rendere l’azione di marketing più efficace ed ottenere il risultato migliore, ovvero un prezzo di vendita più alto.

>> Contattaci per conoscere il nostro Piano Marketing per vendere casa<<

Valutazione comparativa immobile

Valutazione comparativa immobile

VENDI CASA? RAGGIUNGI PIÙ CLIENTI

Fai una valutazione comparativa per attirare più acquirenti, una delle stime più efficaci per realizzare il massimo dalla vendita della tua casa.


Perché funziona la valutazione di mercato comparativa

Quando si decide di vendere un immobile molti proprietari fanno spesso l’errore di sovrastimare il proprio bene pensando di attirare comunque potenziali acquirenti, per poi eventualmente trattare il prezzo in una fase successiva. Niente di più sbagliato quando i valori di mercato stanno calando.

È anche se è ovvio, chissà perché i proprietari che decidono di vendere trascurano questo aspetto. Ecco allora cosa accade.

Quando sarà passato tempo e si deciderà di adeguare il valore richiesto – perché non sono arrivate proposte o peggio ancora perché non si è fatto vivo nessuno – i valori saranno scesi ulteriormente e con essi anche le aspettative di spesa dei vostri acquirenti, cosa che possiamo monitorare anche grazie all’accesso a banche dati del venduto.

Come evitare tutto questo? Semplice.

Per realizzare il massimo, è importante posizionare la vostra casa all’interno di una scala di prezzi formata tramite una valutazione comparativa, così potremo raggiungere in fretta un alto numero di acquirenti e saremo nelle condizioni ideali per gestire le trattative.

 


Cos’è l’analisi di mercato comparativa

Questo metodo di stima consente di determinare il più probabile valore di mercato di un immobile mediante il confronto di determinati parametri con altri immobili simili, con lo scopo di formare una scala dei prezzi dove collocare l’immobile da valutare.

Per scegliere gli immobili da comparare occorre individuare un mercato omogeneo, o una porzione di area urbana nella quale il valore immobiliare assume caratteri comuni e precisi, e dove alcune caratteristiche che portano alla formazione del valore risultano più significative di altre.

Ecco alcuni fattori oggettivi di confronto utilizzati:

  • caratteristiche di localizzazione: posizione rispetto al centro; collegamenti; vicinanza servizi; qualità ambiente esterno;
  • caratteristiche di posizione: esposizione; luminosità; piano;
  • caratteristiche tipologiche: età ed architettura dell’edificio; tipologia e condizioni delle strutture; condizioni e caratteristiche delle parti comuni; condizioni, dimensione, forma e distribuzione degli interni; caratteristiche e condizioni degli impianti (ascensore, impianti idraulico, …);
  • caratteristiche produttive: situazione locativa dell’immobile; servitù attive o passive; diritti e oneri; eventuale esenzioni da imposizioni fiscali; stato giuridico del venditore e assenza di problemi legali: successioni, fallimenti, liti etc.; modalità di pagamento del prezzo richiesto; presenza di mutui bancari.

Ovviamente esistono anche fattori “soggettivi” che sono generati da esigenze personali e che possono essere previsti solo se l’agenzia immobiliare effettua un’attenta profilazione dei potenziali Acquirenti (vedi: Servizi per comprare casa)


Vuoi scoprire in quale scala di prezzi si posiziona il tuo immobile?

>> Richiedi una valutazione comparativa gratuita! <<

La riceverai in 24 ore.

Incarico di vendita in esclusiva-condivisa? Ecco cos’è e perché funziona!

Incarico di vendita in esclusiva-condivisa? Ecco cos’è e perché funziona!

Oggi vi parlerò di un nuovo metodo di vendita che vi farà ottenere risultati strepitosi!

La crisi del settore immobiliare ha portato i valori immobiliari indietro quasi di dieci anni, oggi è difficile trovare subito acquirenti e le Persone che hanno intenzione di comprare casa sono in genere molto preparate e agguerrite. Chi vuole vendere casa si rivolge sempre più spesso alle agenzie immobiliari, che svolgono un ruolo complesso non sempre compreso dai Clienti

Perché affidarsi ad un’agenzia immobiliare?

I venditori si affidano alle agenzie immobiliari per ottenere una migliore pubblicizzazione dell’immobile e per concludere più velocemente la compravendita. Le agenzie, oltre ad avvalersi di validi professionisti, dispongono di tutti i mezzi necessari per pubblicizzare la casa nel migliore dei modi e sono in grado di fornire una reale valutazione della stessa. È possibile affidare l’incarico di vendita a più agenzie in contemporanea, ma si consiglia di scegliere il sistema della vendita in esclusiva-condivisa (come la chiamano alcune agenzie), che ha enormi vantaggi.

Cos’è l’incarico di vendita in esclusiva-condivisa

Vendica in esclusiva condivisaAttraverso l’incarico in esclusiva-condivisa, il venditore si impegna a non cedere per conto proprio l’immobile e a non affidare ad altre agenzie il mandato di vendita della casa, in quanto sarà l’agenzia stessa che promuoverà, attraverso il contatto diretto con le altre agenzie, la collaborazione per vendere la vostra casa.

Non vi sembra un operazione conveniente? Infatti lo è!

Quando si rilascia il mandato a più agenzie si creano svariati inconvenienti: prezzi non allineati, superfici dichiarate  non allineate, … e il maggior inconveniente che si potrebbe creare è la poca attenzione e impegno delle agenzie coinvolte. Perché? Provate voi ad impegnarvi per la vendita di un immobile sul quale sapete lavorano altri 5/6 agenzie, senza essere aggiornati sulla presenza o meno di trattative.

In realtà se ci pensate bene l’incarico in esclusiva-condivisa è il metodo più conveniente per vendere casa.

Perché funziona l’incarico di vendita in esclusiva-condivisa

Vendica in esclusiva condivisaL’incarico in esclusiva-condivisa funziona perché offre diversi vantaggi, eccone alcuni:

  • Il primo vantaggio è rappresentato dall’investimento pubblicitario che l’agenzia farà sull’immobile: se con un mandato semi-esclusivo dato a più agenzie si limiterà probabilmente a inserire gli annunci su internet, con un incarico in esclusiva-condivisa l’agenzia lancerà delle precise campagne di marketing per dare visibilità alla casa e posizionerà l’immobile in cima alla lista delle abitazioni da proporre agli interessati. L’agenzia non ha timori di veder sprecato nessun investimento pubblicitario sulla vostra casa;
  • Il Cliente beneficerà di un più elevato livello di assistenza in tutte le fasi della vendita, dalla determinazione del prezzo allo svolgimento delle operazioni di routine;
  • avrete un solo intermediario che si preoccuperà per voi di tenere i rapporti con chiunque (agenzie comprese) sia interessato alla vendita della vostra casa;
  • infine, gli annunci che i potenziali acquirenti potranno leggere sul web apparterranno unicamente a una singola agenzia: vedere una lunga serie di annunci dedicati alla medesima casa potrebbe far sorgere agli interessati dei dubbi sulla convenienza dell’affare, cosa che non avviene scegliendo la vendita in esclusiva-condivisa.

>> Richiedi il massimo dalla vendita della tua Casa <<

Conformità urbanistica e catastale – importantissime da controllare prima di acquistare una casa

Conformità urbanistica e catastale – importantissime da controllare prima di acquistare una casa

In questo articolo si cercherà di chiarire la differenza tra conformità urbanistica e conformità catastale, così da essere correttamente informati su aspetti molto importanti e a cui fare attenzione quando si acquista una nuova casa.

Conformità Catastale

Differenza tra conformità urbanistica e CatastaleIl catasto può essere definito il registro degli immobili, ovvero l’inventario dei documenti (atti, registri, elementi grafici, disegni) che ha lo scopo di censire e di descrivere i beni immobili (terreni e fabbricati) situati in un determinato territorio, con funzione prettamente fiscale – non urbanistica – .

La conformità catastale quindi riguarda la corrispondenza tra lo stato di fatto dell’unità immobiliare e i relativi dati catastali (relativa planimetria catastale).

Conformità Urbanistica

Differenza tra conformità urbanistica e CatastaleQuando si parla di conformità urbanistica, invece si fa riferimento all’insieme dei titoli edilizi di tutta la storia costruttiva dell’edificio, come complesso ma anche come singola unità immobiliare. La verifica di questo aspetto è quindi più rilevante, in quanto essa potrebbe rivelare eventuali abusi o difformità che potrebbero rendere nulli gli atti notarili.

Differenza tra conformità-catastale e urbanistica

Dal momento che il catasto, ha funzione prettamente fiscale, e che per assurdo potrebbero esserci immobili abusivi ma accatastati, diventa scontato affermare che la verifica della conformità-catastale non può sostituirsi ad una verifica della conformità-urbanistica, in quanto solo quest’ultima può individuare eventuali abusi su un immobile, che potrebbero renderlo non commerciabile (sempre che l’abuso non sia sanabile affrontando costi non previsti).

Ad ogni modo il consiglio è quello di rivolgersi ad esperti e professionisti per far svolgere (prima di firmare proposte d’acquisto) le verifiche di regolarità e conformità urbanistica.

Per maggiori informazioni o ulteriori chiarimenti puoi contattare la nostra agenzia, i nostri professionisti abilitati saranno a tua completa disposizione per risolvere ogni eventuale dubbio.

 >> Richiedi una consulenza << 

Le spese per acquistare casa

Le spese per acquistare casa

Nel budget per comprare casa bisogna sempre tener conto, oltre che del prezzo stesso dell’abitazione e dei costi per l’eventuale accensione di un mutuo (rata e costi totali mutuo), anche delle cosiddette spese per l’acquisto di un immobile, alcune delle quali sono obbligatorie con un valore complessivo che può oscillare tra l’8% e il 10% del prezzo pagato per l’abitazione.

Le spese obbligatorie

Acquisto di casaTra i costi aggiuntivi per l’acquisto di casa a carico dell’acquirente ci sono:

  • le spese notarili: al momento del rogito, infatti, bisogna pagare la parcella professionale al notaio, naturalmente, in questo caso, si consiglia di richiedere più di un preventivo prima di scegliere il primo che capita;
  • l’imposta di registro o l’IVA e le imposte ipotecarie e catastali (in genere i preventivi presentati dai notai comprendono già il calcolo delle imposte);
  • il corrispettivo per la mediazione dovuto all’agenzia immobiliare a cui ci si è rivolti, che generalmente è il 3%. E’ importante che la scelta dell’agenzia sia fatta con attenzione, soprattutto scegliete agenzie che vi assicurano supporto fino all’atto definitivo di compravendita, scartando quelle che abbandonano il Cliente appena dopo la firma del preliminare di compravendita (compromesso).

Sono invece a carico del venditore le spese per produrre l’Attestato di Prestazione Energetica obbligatorio per poter vendere un immobile.

Eventuali spese aggiuntive

Spese per l'acquisto di CasaTra le spese aggiuntive per l’acquisto di un immobile ci possono essere in alcuni casi evidenziati dall’agente immobiliare, le eventuali spese dovute ad un tecnico per una relazione di conformità (verifica della necessità dell’apertura di pratiche edilizie in sanatoria per lavori eseguiti di cui non sia stata presentata a tempo debito una domanda in comune, etc.). N.B. questo tipo di spese sono a carico del venditore, ma in trattativa ci si può accordare diversamente.

Attenzione se ci sono lavori di ristrutturazione, vi consigliamo di rivolgervi ad un tecnico di fiducia per un preventivo, prima di sottoscrivere la proposta di acquisto, perché dopo è troppo tardi.

Devi comprare casa?

Scopri i nostri servizi per chi compra Casa

Perché comprare o vendere casa in agenzia è più sicuro

Perché comprare o vendere casa in agenzia è più sicuro

Vendita casa: meglio un’agenzia o il fai da te?

Perché comprare o vendere casa in agenzia è più sicuroChi decide di vendere la propria abitazione s’interroga sull’opportunità o meno di rivolgersi a un’agenzia immobiliare, per ricevere il supporto necessario. Cercare di vendere casa privatamente presenta dei vantaggi, ma potrebbe comportare un grande impegno e dispendio di tempo, oltre che alcuni rischi. Le norme che regolano una compravendita sono molte ed è indispensabile esserne informati, per non arrivare al rogito senza i documenti necessari.

Rivolgendosi a un’agenzia, si è certi di non perdere tempo prezioso. Gli esperti nel settore immobiliare forniscono le informazioni sui documenti da procurare, certificazione energetica, visura catastale, planimetrie, senza i quali un atto notarile non potrebbe avvenire. Vendere casa tramite agenzia consente di pubblicizzare ampiamente il proprio immobile, non solo attraverso i siti specializzati online, ma anche di farlo conoscere tramite la vetrina dell’agenzia. Vantaggio non di poco conto, perché aumenta le probabilità che la casa venga visitata da potenziali compratori e solleva il venditore dalla gestione di telefonate e richieste da parte di non interessati all’acquisto.

Viste le numerose attività legate alla compravendita, il rapporto qualità del servizio/provvigione da riconoscere all’agenzia risulta essere sicuramente favorevole per il cliente.

Acquisto casa: i vantaggi di affidarsi a un’agenzia

Perché comprare o vendere casa in agenzia è più sicuroComprare casa in agenzia è altrettanto vantaggioso, perché offre maggiori tutele all’acquirente, a partire dal prezzo dell’immobile, che deve essere in linea con il mercato. Affidarsi a un’agenzia permette di visitare diverse case, fare le proprie valutazioni mediante il confronto.

Quando il compratore trova l’immobile che sta cercando, questi firma una proposta irrevocabile di acquisto, che, una volta sottoscritta anche dal venditore, dà diritto a procedere con il preliminare di compravendita. Si tratta di un passaggio importante a tutela delle parti, poiché sancisce un impegno reciproco. Sul contratto sono indicati: estremi dell’agenzia e del proprietario, prezzo della casa, modalità di pagamento, presenza di eventuali vincoli.

Comprare casa privatamente potrebbe non essere semplice, anche sotto questo punto di vista. Rivolgendosi a un’agenzia, si viene informati sui propri diritti e, se necessario, si riceve assistenza anche per la sottoscrizione di un mutuo.

Devi vendere casa? Raggiungi più Clienti!

Fai una valutazione comparativa per attirare più acquirenti, una delle stime più efficaci per realizzare il massimo dalla vendita della tua casa.

Richiedi una valutazione comparativa gratuita

Mercato Immobiliare: crisi finita? | Brianza Real Estate

Mercato Immobiliare: crisi finita? | Brianza Real Estate

La crisi del mercato immobiliare è davvero finita? | Brianza Real Estate

La crisi economica che ha attanagliato l’Italia per diversi anni sembra sia arrivata al capolinea. Dopo il trend positivo del 2016, si prevede che il 2017 sia l’anno della ripresa.

Nel 2016 a Monza il numero degli scambi residenziali sul 2015 sono aumentati del 17,7% (fonte Camera di Commercio MB), mentre in provincia sono saliti del 19,5.

I mutui hanno conosciuto tassi d’interesse storicamente tra i più bassi mai visti, e questo ha fatto sì che acquistare casa accedendo un mutuo fosse molto conveniente, ma forse nel 2017 i tassi ricominceranno a salire.

Il prezzo medio richiesto per gli immobili residenziali in affitto è invece stabile (vedi dati CamComMB), dato che forse può essere considerato anche frutto della crisi.

 

Il Mercato Immobiliare in Brianza

Comunque il mercato in Brianza è in crescita, anche se una crescita più timida rispetto alla più concreta ripresa che si è già ampiamente avviata nell’area metropolitana di Milano, che subisce positivamente degli accordi internazionali che porteranno importanti investimenti esteri nel comune meneghino.

Apparentemente quindi il 2017 sarà effettivamente l’anno della ripresa, prima di poter parlare di una vera e propria ripresa, e anche se i segnali positivi che inducono all’ottimismo non mancano, aspetterei comunque di ottenere un quadro d’insieme più completo, attendendo i dati del secondo trimestre.

OFFICIAL WEB SITE

aprile: 2020
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930