La Tutela dell’Acquirente immobile in 4 punti – Alcune delle eventuali clausole da inserire in proposta d’acquisto | Brianza Real Estate

La Tutela dell’Acquirente immobile in 4 punti – Alcune delle eventuali clausole da inserire in proposta d’acquisto | Brianza Real Estate

Per acquistare una proprietà si attraversano varie fasi e con questo documento vogliamo soffermarci sugli aspetti legati alla fase più delicata dell’intero processo di compravendita, ovvero, la sottoscrizione della proposta di acquisto.

 La Proposta irrevocabile d’acquisto (PDA) una volta sottoscritta per accettazione dal venditore (art.1326 c.c.), determina un contratto concluso con tutti i diritti e vincoli che ne conseguono.

Onde evitare di incorrere in errori che possono farci perdere tempo e soldi vi consiglio una serie di cose da fare prima di scrivere una proposta, suddivisi in 4 punti:

  1. Verifiche sull’immobile
  2. Verifiche Condominio
  3. Verifiche sul Venditore/Proprietario
  4. Eventuali clausole da inserire in PdA

 Oggi parleremo del quarto punto:

Eventuali clausole da inserire in proposta d’acquisto | Brianza Real Estate

  1. La prima fra tutti è quella di subordinare, nel caso si richiede un mutuo, la validità della PDA all’assenso di concessione di un mutuo ipotecario finalizzato a procurare la somma necessaria per saldare il prezzo pattuito. Ovviamente anche il Venditore dovrà tutelarsi se è stata apposta questa clausola richiedendo: una comunicazione scritta dell’eventuale non ottenimento del mutuo e concedendo un tempo non troppo lungo per la scadenza di tale clausola (in genere 35/40 giorni massimo).
  2. Prevedere l’entità di una caparra che tenga conto delle eventuali perdite date da mancata esecuzione del rogito per causa imputabile al venditore, ovvero nel caso vi siate impegnati a vendere la vostra abitazione confidando nel buon esito dell’acquisto oggetto della PdA.
  3. Previsione di penalità per ritardata consegna (inadempimento lieve) del bene entro un determinato periodo oltre il quale sancire l’inadempimento grave e l’eventuale risoluzione contrattuale.
  4. Indicazione della percentuale di mediazione che spetta all’agenzia immobiliare, che può essere sottoscritta anche in un documento a parte.
  5. Previsione dell’importo da versare a titolo di deposito cauzionale contestualmente la presentazione della PDA a garanzia dell’obbligazione unilaterale e indicare il termine entro il quale il venditore dovesse accettare la proposta o restituire il deposito con indicazione delle modalità di comunicazione dell’accettazione con data certa (es. a mezzo raccomandata R.R., telegramma, controfirma venditore per accettazione)
  6. Previsione che l’accettazione della PDA non determini il sorgere di un contratto di compravendita ma l’obbligo all’esecuzione di un successivo atto traslativo (rogito).

 

Per una maggior tutela: il preliminare potrebbe essere registrato e trascritto da un Notaio e l’assegno circolare a saldo potrebbe restare depositato presso il Notaio fino alla trascrizione della compravendita in primo grado e/o fino a consolidamento della iscrizione ipotecaria.

In questo modo l’Acquirente potrà esporre e contrattare le proprie esigenze evitando sorprese e il Venditore ridurrebbe al minimo il rischio di controversie giudiziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

OFFICIAL WEB SITE

luglio: 2019
L M M G V S D
« Ott    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031